Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/filippo0/public_html/wp-content/themes/rose/core/admin/custom-metaboxes/init.php on line 939
Events — Filippo Gualazzi
Elettrosuoni è un ponte tra la ricerca musicale elettronica ed elettroacustica e nuovi approcci spontanei sensibili alla relazione con lo spettatore. Domenica 2 dicembre dalle ore 21,00 per tutta la serata ELETTROSUONI compone allo spazio "Bisca al circolo del Parco" una rassegna di atmosfere sperimentali con i live set di 5 performance inedite che creano paesaggi virtuali surreali, interferenze e deformazioni acustiche e dimensioni sonore e visive multiformi. Sul palco si sono esibiti ACRE, Simone Pappalardo, Josè Angelino, Alberto Popolla, Synchromia, Franz Rosati, Filippo Gualazzi, Alessia Damiani, Alessia Lorrai e Meno Infinito.
L'installazione interattiva "Blue Carpet" è ospite all'ingresso del Cortile di S.Chiara di Urbino, luogo principale del Festival Urbino Plays Jazz. L'opera di Filippo Gualazzi in collaborazione con Luis Braschi ha obbligato gli ospiti a passare sopra ad una pedana in legno, che grazie a piezoelettrici molto sensibili era possibile captare il passaggio di una o più persone ed emettere note musicali armoniche in tempo reale. Lo scopo dell'installazione era quella di creare una composizione randomica generata dai passi del pubblico che entrava ed usciva dal Cortile.      
Presso il Teatro Olimpico di Roma si è svolto il grande evento con spettacoli e premiazioni. "Durante la serata è stato assegnato il premio della giuria di MTV e a trionfare è stata l'opera "LiberAzioni" di Filippo Gualazzi, premiata da Luca De Gennaro, Vice President of Talent & Music - MTV South Europe, Middle East, Africa ed Head of VH1 Italy. L'installazione interattiva ha come tema centrale il modo in cui l'umanità viene privata della sua essenza in quest'epoca, dove le diversità non sono più motivo di ricchezza, ma divari sempre più marcati. Il web è così diventato estensione dei nostri sensi e la parola, come espressione di pregiudizio che le differenze sociali. In LiberAzioni, Filippo ha reso questa tematica estrapolando diverse parole discriminanti che prendono vita con la presenza di chi sta sta fruendo dell'opera in quel momento. Lo spettatore è parte attiva dell'installazione, diventando artefice lui stesso di un cambiamento."       RUFA Contest → https://event.unirufa.it/2018/
Partecipazione alla XIII° edizione del Festival "Segnali" di Perugia con la performance audiovisiva "MFlute" di Filippo Gualazzi e Alessia Damiani. In questa occasione il progetto è stato presentato per la prima volta, grazie alla collaborazione tra il Conservatorio di Perugia e la RUFA - Rome University of Fine Arts. Gli studenti del corso di Multimedia Arts&Design infatti hanno realizzato due installazioni multimediali, "Soul Shelter" di Emanuela Mottola e Laura Arcangeli e "Recognized" di Daniela Gentile e Yunfeng Liu. "Recognized" è un progetto site specific per ripercorrere i paesaggi urbani di Perugia mediante l’interazione con la sua rappresentazione topografico-sonora. Scultura interattiva in cui la materia sonora diventa lo strumento per riscoprire la città. "Soul Shelter" invece ha lo scopo di riprodurre le grotte montane limitrofe alla città di Perugia, luoghi dell'anima che restituiscono un habitat sonoro fuori dalla quotidianità. "Un viaggio alla scoperta delle radici della musica elettronica, per approfondire il complesso mondo della sintesi del suono (analogica e digitale) nelle sue diverse applicazioni, proiettata verso il futuro e i suoi possibili sviluppi attraverso i software più avanzati. Questo il fil rouge che unisce gli eventi inseriti nel programma 2018 di Segnali – Arti Audiovisive e Performance. Tre giorni di laboratori, workshop,
"RUFA è Cultural Partner dell’evento e vi prende attivamente parte grazie al lavoro degli studenti: Laura Arcangeli, Daniela Gentile, Charlotte Greeven, Filippo Gualazzi, Yunfeng Liu e Emanuela Mottola. Gli studenti del corso di Exhibit Design coordinati dalla Docente Francesca Gollo hanno lavorato al progetto di allestimento della mostra e presentato la loro installazione interattiva "LiberAzioni". Oltre 50 artisti in rappresentanza di 10 diversi Paesi, l’edizione 2018 del “Media Art Festival”, in programma dal 17 al 19 maggio. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Mondo Digitale, è finalizzata all’esplorazione di nuove forme d’arte, sempre più collaborative e interattive. L’evento si concentrerà soprattutto sul tema “Convergence: Natural and Artificial Intelligence”. Con installazioni, applicazioni robotiche, sound art e video art, gli artisti coinvolgeranno il pubblico in una visione inedita del mondo, trasportandolo in un’affascinate esperienza di conoscenza pronta a divenire sempre più profonda, motivando nuovi comportamenti. Un’iniziativa che vuole porre punti interrogativi, soprattutto nell’ambito del rapporto tra creatività naturale e intelligenza artificiale, cercando di comprendere le urgenze culturali e sociali del tempo attuale."